Pubblicazioni

Foto pubblicate su riviste > Riviste varie > Podismo e Atletica (1 foto)

Riproduzioni di copertine e articoli pubblicati su riviste che hanno utilizzato le mie foto


Intervista


Intervista pubblicata sul numero di giugno 2008


1)Nome e Cognome

Mi chiamo Pierluigi Benini.

2)Nato luogo e data

Sono nato nella campagna ferrarese più di cinquanta anni fa.

3)Stato civile

Sono sposato.

4)Soprannome ( se c'è l'hai ovviamente)

Gli amici mi chiamano Bangio. Soprannome che mi trascino fin dalle elementari e che non ha niente a che fare con la nobile arte musicale, ma deriva semplicemente dalle prime tre lettere del mio cognome e le ultime due del nome, poi qualcuno ha aggiunto la o. Pierluigi è un nome troppo lungo e troppo da fighetto dalle mie parti. La cosa curiosa è che ci sono più persone che mi conoscono per Bengio che con il mio vero nome.

5)Titolo di studio

Terza media, ho cominciato presto a guadagnarmi la pagnotta.

6)Hai mai corso, se si in quale societa'?

Quando posso corro per tenermi in forma.

7)Di quali primati personali ti vanti?

Mi vanto d’aver corso un’ora e mezza. Ti sembrerà una sciocchezza, ma io sono molto fiero d’esserci riuscito, non è da molto tempo che corro.

8)hai fatto altri sport?

Da ragazzo ho giocato a calcio. Ciò significa che non sono mai stato un vero atleta.

9)nella vita precedenti cosa eri?(animale, persona etc)

Forse sono stato un gatto.

10)Un aspetto positivo/negativo del tuo carattere?

Tanto per rimanere nell’ambito professionale direi che il mio aspetto positivo è la pazienza e quello negativo è la non invadenza. Aspetto imperterrito anche ore l’arrivo della luce giusta e del momento giusto per scattare, la non invadenza invece mi fa perdere ottime occasioni.

11)Con quali riviste collabori?

Collaboro con le principali riviste del podismo e con riviste di viaggi.

12)Quando è nata la tua passione per la fotografia?

Fin da bambino sono rimasto affascinato dalle magiche alchimie della camera oscura.
13)Fai solo foto riguardanti lo sport?

Non solo sport, faccio reportages di viaggi, ritratti, still life ecc

14)quanto ti impegno quest'attivita'?
.
Mia moglie dice che ci dedico troppo tempo.

15) E' un lavoro o un hobby?

Tutti e due.

16)Il tuo piatto preferito?

Da ferrarese doc il mio piatto preferito è la salama da sugo, il piatto tipico di Ferrara.

17)Il tipo ideale di donna?

Delle donne mi piacciono il fascino e la femminilità.

18)la tua vacanza ideale?

Il viaggio avventura.

19)Dove butti tutti i tuoi soldi?

In famiglia mi hanno sempre insegnato che i soldi non si buttano, ma servono per le cose utili, le cose utili sono molto soggettive. Buttare i soldi in un viaggio per me è un investimento.

20)Il sogno nel cassetto?

Di solito sogno le cose che si potrebbero realizzare e li chiamo progetti, di progetti ne ho tantissimi.

21)Hai un mito come fotografo?

Si, più d’uno: Salgado, Robert Capa, Helmut Newton e tanti altri.

22)L'evento piu' importante che hai fotografato?

Sicuramente la maratona di New York, l’ho fotografata per 18 edizioni, poi la Marathon des Sables. Comunque ritengo che quando qualcuno ti paga e tu metti in gioco la tua professionalità tutte le gare diventano importanti, anche le più modeste.

23)Qual'è la gara che vorresti immortale ?

La Yukon Artic Ultra in Canada, una gara d’ottocento chilometri con temperature che arrivano a -40.

24)Il tuo prossimo obiettivo?

Quello di andare nello Yukon in Canada ad immortalare l’amico Stefano Miglietti che proverà a vincere la Yukon Artic Ultra per la terza volta.

25)Sai cucinare?

Si, è uno dei miei hobby preferiti.

26)il tuo dolce preferito?

Non amo i dolci.

27)Il tuo piatto preferito?

Già risposto alla domanda 16

28) Programmi televisivi preferiti?

Quark

29)uccello o animale preferito?

Il gatto

30)un aggettivo per belinda

Determinata

31)un augurio per belinda (fotografa novella da fotografo affermato)

Fotografo affermato mi sembra una parolona, preferisco fotografo attivo. A Belinda auguro di avere sempre la luce giusta, l’augurio più apprezzato dai fotografi. Non ho consigli da darle, consapevole del fatto che in fotografia ognuno deve fare le proprie esperienze, seguire il proprio intuito e istinto. Dalle sue foto che vedo pubblicate mi sembra che lei ha preso la strada e la direzione giusta.